DERMASIQ S.r.l.

PELLE SECCA

Nella pelle secca il normale equilibrio idrolipidico è alterato. Come conseguenza la pelle appare ruvida, arrossata e screpolata, meno resistente agli a genti esterni e facilmente irritabile. Manifestazioni infiammatorie e prurito sono disturbi spesso presenti. La pelle diventa secca quando diminuisce il suo contenuto di acqua intraepidermico o si riduce la capacità di mantenere la naturale idratazione cutanea. Spesso è anche presente un'alterazione dei lipidi epidermici. Le cause della pelle secca o xerosi cutanea sono riconducibili a diversi fattori:

- Fattori costituzionali: al di là di eventuali caratteri geneticamente trasmessi, sono più esposti alla pelle secca gli individui alle fasce di età più estreme (infanzia e senilità), in cui l'attività delle ghiandole sebacee è ridotta o assente. La secchezza cutanea è inoltre più frequente in gambe e avambracci, che sono le regioni più povere di ghiandole sebacee.

- Fattori ambientali: esposizioni al Sole, al vento, al caldo o al freddo, utilizzo di detergenti aggressivi, irritazioni di natura meccanica (sfregamento), utilizzo di indumenti sintetici.

- Fattori legati all'attività professionale: contatto con solventi e sostanze chimiche, esposizione protetta al Sole e ad altri agenti atmosferici.

- Condizioni patologiche: la xerosi è un segno clinico associato ad alcune dermopatie, caratterizzate spesso da desquamazione anomala, ispessimento (ipercheratosi) o irritazione della pelle, quali ad esempio psoriasi, ittiosi e dermatite atopica.

La pelle secca è caratterizzata da sensazioni ben precise:

- la "pelle che tira", soprattutto sul volto dovuta alla riduzione di elasticità della cute, che incontra perciò maggiori difficoltà a seguire le contrazioni dei muscoli facciali;

- il prurito avvertito in maniera particolarmente intensa nelle zone più secche, come le gambe e le braccia;

- la desquamazione ed eventualmente l'arrossamento, che subentrano quando la pelle è esposta a sollecitazioni particolarmente intense o quando l'irritazione si protrae.

Un altro elemento caratteristico della pelle secca è la sua notevole capacità assorbente nei confronti di creme o prodotti spalmati in superficie: è questo il motivo per cui su una cute arida una crema scompare rapidamente ed è opportuno ripetere l'applicazione. Il vento, il freddo ma anche l'aria secca degli ambienti climatizzati o riscaldati da caloriferi o pannelli accentuano questi disturbi e contribuiscono a rendere ancor più fastidiose le sensazioni sopra descritte. Le conseguenze di una pelle secca si possono suddividere in:

- Effetti estetici: la cute diventa opaca, grigiastra, ruvida e desquamante, in quanto le piccole squame cornee perdono di compattezza e si staccano in maniera irregolare. La perdita di elasticità e morbidezza esalta inoltre il reticolo cutaneo, determinando un effetto di scabrosità e rugosità.

- Effetti funzionali: la secchezza configura un'alterazione dei lipidi cutanei e una perdita di acqua dello strato corneo (circa il 25% del contenuto normale). Ne conseguono la compromissione della funzione barriera, una minore permeabilità nei confronti dei microrganismi e sostanze chimiche presenti nell'ambiente, una minore resistenza meccanica e un aumento della reattività ad agenti esterni.

Infine si possono distinguere due tipi di pelle secca:

- Pelle secca ed estremamente secca: può essere dovuta a cause estreme come lavaggi frequenti, freddo, ridotta umidità ambientale dovuta al clima o al riscaldamento delle case, eccessiva esposizione al Sole, alimentazione non corretta, contatto con sostanze allergiche o irritanti o anche conseguenza di malattie cutanee. Rimuovendo queste cause si possono ripristinare le condizioni ottimali della pelle. Alla base della secchezza cutanea ci possono essere anche cause interne, su cui è meno facile intervenire, come il normale processo di invecchiamento cutaneo, cambiamenti ormonali (ad es. menopausa), disturbi del metabolismo come il diabete.

- Pelle secca atopica: differisce dalla precedente perché ha causa genetica, legata all'ereditarietà. È caratterizzata dalla presenza di alcuni acidi grassi Omega-6 che intervengono nella formazione della barriera cutanea. Sono lipidi che compongono le membrane cellulari e inoltre mantengono unite le cellule degli strati più superficiali dell'epidermide, formando una vera e propria barriera che regola gli scambi tra il corpo umano e l'ambiente esterno. Quando questa barriera è alterata la pelle appare disidratata, con possibili irritazioni, arrossamento e prurito intenso. Questo tipo di pelle spesso è associato alla dermatite atopica.

La detersione della pelle secca deve avvenire con detergenti delicati e poco schiumogeni, che non asportino il film idrolipidico già parzialmente alterato. Possono inoltre contenere agenti lipidizzanti o lenitivi e preferibilmente essere senza profumo. Periodicamente sono da utilizzarsi detergenti oleosi, in grado di apportare un elevato tenore lipidico e ridurre la sensazione di prurito.



DERMASIQ S.r.l. ® - Tutti i diritti riservati.
E-mail: dermasiq@gmail.com
PEC: dermasiq@pec.cataniaimprese.it
Tel/Fax: +39 095 6681746
Cell.: +39 324 8739477
Via Etnea, 25 - 95028 Valverde (CT) - Italy

Partita IVA: 05457310877
Num. REA: CT-367800
Cap. Soc. € 10.000,00 i.v.